recensione recensione discografia review recensione biografia recensioni recensione articolo monografia buy order online oggetto: recensione
 
I AM KLOOT
I Am Kloot
label: Echo (2003)
formato: CD
genere: Indie Pop, Alternative Pop Rock
riferimenti: Supergrass, Sparklehorse, The Beta Band, The Coral, Doves, Elbow
links: http://www.iamkloot.com/
voto: 8
Questo è un di quei cd che una volta messi nel lettore cd non lo si toglie più, lo si ascolta fino alla fine, fino all’ultima nota. Le canzoni sono studiate bene e dopo il primo ascolto quello che ne risulta è una miscela di generi – indie, pop, rock, grunge e anche un po’ jazz- tutto in uno, ma è stato pensato così bene da non risultare un assemblaggio mal riuscito. “From Your Favourite Sky” è un pezzo malinconico dove protagonisti assoluti sono la chitarra e la batteria. Il disco continua con un pezzo-“Life in a Day”- che ha qualcosa di grunge, suoni sporchi, basso incisivo e il tutto risuona come se fosse stato registrato in un garage. E da un pezzo così duro si passa alla malinconica “here for the world” che ricorda quelle canzoni da piano bar, batteria leggera, pianoforte e chitarra che si unisce lentamente alla voce del cantante, stesso stile per la seguente “Strange Arrangement of Colour”.
Si ritorna a pezzi più rock per poi arrivare alla bellissima “Proof” che forse è la canzone che meglio rappresenta l’album, lenta e triste all’inizio e frizzante e dura alla fine.
E’ un disco particolare e forse proprio per questo, da prendere con le mollette, ma sempre e comunque bellissimo.
invia la tua recensione Francesca
  marzo 2005
 
TOP